omsLa Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute (2001) rientra tra le classificazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e permette di descrivere la condizione di ciascun individuo mediante una serie di domini che comprendono tutti gli aspetti di vita, da quelli biologici a quelli psicologici e sociali. 

I codici della versione italiana sono consultabili on line.

ICF-Dipendenze costituisce la prima applicazione italiana dell'ICF nell'ambito delle dipendenze patologiche. Prima che una dotazione di strumenti, si tratta di una prospettiva culturale e metodologica capace di rinnova profondamente l'approccio alla cura, gli obiettivi, le priorità di intervento, la collaborazione interprofessionale all'interno delle équipe. Per avere un'idea di questi aspetti, si leggano gli Articoli pubblicati.

La proposta operativa di ICF-Dipendenze sta ottenendo importanti e lusinghieri riconoscimenti.

 

Il set di strumenti di ICF-Dipendenze:

- permette di confrontare le necessità di sostegno percepite dal paziente con quelle valutate dall'operatore sanitario o sociale per impostare un progetto terapeutico-riabilitativo basato sulle evidenze; 

- restituisce un profilo di funzionamento semplice da comprendere anche per il paziente, che identifica sia le sue risorse sia le fragilità e promuove per questo consapevolezza e compliance;libro

- consente un confronto ed una continuità nei percorsi di cura tra servizi territoriali e comunità terapeutiche.

Alcune questioni relative alla validità e standardizzazione sono approfondite nell'allegato che segue: